produzioni

                                                                                                                                                                                                   Vai all'archivio

 

31 - I compari

E prima o poi doveva arrivare l'amore, quel primo amore che non si scorda mai e che dati i tempi post sessantotto, non sarebbe stato l'amore della vita. Mi verrebbe da dire per fortuna ma non è gentile verso il giovanotto.

Primo amore inevitabilmente quasi infelice con tutte le sfumature possibili dell'intraprendenza e della liberazione femminile e femminista,

delle verità non dette, delle verità profonde cercate, delle scuse e delle maschere, della ricerca onesta, della buona fede.

Ci faccio la figura della scema? Può darsi.

Faccio fare la figura del mascalzone al giovanotto? No, no. Era ed è persona bella. Uno dei migliori amici che ho da sempre

e anche questo è il regalo meraviglioso dei difficili ma straordinari anni '70.

Questo primo amore non è stata la "delusione" di quelle che condizionano la vita. Ci mancherebbe. I tempi mi hanno permesso altro e in  grande bellezza.

E poi chi se ne frega. Anche fossi stata una scema, l'amore e l'amare è sempre grande, è sempre una ricchezza.

....forse più per chi ama che per chi è amato....

...come per i regali: riceverli è un attimo ma farli... ah... farli significa pensarci, cercarli, sceglierli, impacchettarli, immaginare...

Ricevere è il clik, lo scatto unico di una foto.

Regalare è un film.

Grazie, amico mio.  Mille e mille grazie. Sono stata molto fortunata.

 
 

 

                                                     

angela ermes cannizzaro :)