produzioni

                                                                                                                                                                                                   Vai all'archivio

 

38 - Incontri ravvicinati del terzo tipo

Certo che variabile meravigliosa che è il tempo.

Quando penso al "primo amore che non si scorda mai", ancora adesso mi sembra che la storia

sia durata anni e anni, molto a lungo, anche perchè indefinita, mai certa se non nel mio cuore.

E' vero che col giovanotto non ci siamo mai persi di vista, lo considero ed è stato uno dei migliori amici,

mi sento di quelle amiche che si getterebbero nel fuoco per salvarti.

E questo è in linea, oltre che per l'affetto, anche per il genere di relazione più "politica" che amorosa.

Però, parlando d'amore, alla fine mi accorgo che questo è l'ultimo film in cui parlo di lui.

E in definitiva quanto è durata questa storia infinita? Tre anni.

Solo che tre anni, fra i 18 e i 21, non sono 1000 giorni.

A quell'età la vita è così densa che tre anni a cavallo dei vent'anni, possono essere un'era geologica.

Lo è stata per me che sono passata dal liceo all'università,

dalla casa dei genitori alla mia casa e a del tutto inconsueti progetti per il futuro.

Mi verrebbe da dire"che anni meravigliosi, anche se duri, quegli anni '70".

Vero sul piano della storia ma non della mia storia personale

perchè mi sembra che tanti altri anni siano stati altrettanto meravigliosi,

praticamente  tutti perchè.... eh... quando uno vede il bicchiere mezzo pieno...

 

 

                                               

angela ermes cannizzaro :)