produzioni

                                                                                                                                                                                                   Vai all'archivio

 

63 - Radio Freccia

Per certi aspetti la mia generazione stata pi che sfortunata: chi come me aveva 20 anni nel 1976

morto di droga, diventato brigatista e quindi ha ucciso ed andato in galera in nome

di una rivoluzione impossibile e ingiusta, oppure rifluito nel conformismo pi triste.

Ma siamo quelli che abbiamo fatto le radio libere, il femminismo, che abbiamo sperato ostinatamente

quando il '68 forse aveva gi fallito.

Non tutti, ovviamente.

In tutte le generazioni ci sono le avanguardie, quelli che ci mettono la faccia e il cuore

e poi tutti gli altri che forse annusano un profumo e forse lo portano a casa

a migliorare silenziosamente la propria vita.

Personalmente sono felice e orgogliosa di essere della generazione di Radio Freccia

e di essere tra quelli che ci hanno messo la faccia e il cuore.

 

 

 

 

angela ermes cannizzaro :)