la bottega di Marella


suggerimenti

 

Fu verso la fine del '900 la pellicola cominciò a scomparire. Tutti cominciarono a dotarsi di macchine fotografiche digitali. I costi erano ancora alti ma il vantaggio economico era evidente: niente più costi di sviluppo e stampa e niente sprechi perchè la foto era immediatamente visibile e gli errori si potevano correggere con un altro scatto.

Scomparirono così anche le diapositive e finirono anche le serate, a volte terribili, in cui bisognava vedere le interminabili diapositive dei viaggi degli amici di ritorno dalle fantastiche vacanze.

Piano piano scomparvero anche i proiettori e le diapositive finirono nella migliore delle ipotesi in scatole sugli scaffali alti delle librerie.

Fu in quegli anni di passaggio a cavallo del terzo millennio che comprai uno scanner specialissimo: scansionava pellicole positive (diapositive) e negative (fotografie). Fu un buon investimento  perchè tutte le mie diapositive e tutti miei negativi sono stati digitalizzati. E non solo i miei.

Chi vuole approfittarne...

 

 

 

 

 info:

 labottegadimarella@gmail.com